BLOG AMICI

La teiera volante Benvenuti a bordo. Suoni, visioni e liberi pensieri dall'universo musicale e da altri mondi paralleli . . . . . .

  • Gli affamati di serie e l'effetto Lost
    Posted by Lucien on 15 settembre 2017 at 16:32

    Lo spartiacque è stato Breaking Bad e da allora non si torna più indietro. Sulla teiera volante ormai si è operata una netta distinzione: le serie in tv (streaming, chiavette, Sky, Netflix e quant'altro) e i film (anche se non rigorosamente) al cinema; almeno che non si tratti di opere non distribuite o perse. Non capisco come si possa apprezzare Dunkirk sullo schermo di un portatile o di una tv. Ma è un'antica ed inutile polemica, perché è di serie che volevo parlare e in particolare di quelle che proseguono per più stagioni. Parliamo di un universo in cui è complicato orientarsi volendo mantenere un minimo di vita sociale e qualche altro interesse: solo nel 2016 ne sono state prodotte 455. Da qui la necessità di scegliere bene ed evitare l'effetto Lost, inteso solo in parte nell'accezione della serie, ma soprattutto nel senso di perdersi e di perdere tempo con roba scadente o con sceneggiature che ben presto si spengono. Perciò servono intuizione e un minimo di metodo. L'intuizione è come il coraggio di Don Abbondio, ma a volte può fotterti inaspettatamente; il metodo in realtà è semplicissimo: pochi blog di comprovata affidabilità, darsi una scadenza di qualche puntata, dopo di che mollare. Di solito mi trovo in sintonia con la media voto di IMDb. Ieri sera, ad esempio, ho visto le prime due puntate di Tin Star e anche se ammiro Tim Roth, non mi ha convinto: mi pare una storia strampalata con personaggi forzatamente ricalcati sui modelli Coen/Fargo. Una serie che ho deciso di abbandonare alla terza stagione è Narcos.Le nuove stagioni che aspetto in autunno con più appetito:Stranger Things 2 stagione - dal 27 ottobre su NetflixMr. Robot 3 stagione - da ottobre su USA NetworkPeaky Blinders 4 stagione - riprese terminate a luglio, probabilmente entro fine anno su Netflix.Gomorra 3 stagione - da novembre (anche se temo l'effetto sazietà come Narcos).Black Mirror 4 stagione - forse entro fine anno. […]

  • L'industria musicale per Frank Zappa
    Posted by Lucien on 10 settembre 2017 at 15:54

    In un'intervista del 1987 emersa di recente dalla rete, in due minuti e con una sintesi perfetta, Frank spiega il declino dell'industria musicale con il conseguente processo di uniformazione ai presunti gusti della gente. Genio della comunicazione, oltre che della musica.Piccolo refuso nella traduzione: mi pare che all'inizio dica sixties e non seventies, ma il concetto non cambia.fonte via […]

  • Il Men (con la E)
    Posted by Lucien on 8 settembre 2017 at 12:00

    Ci sono persone che avranno per sempre un posto nel nostro cuore. A loro ci legano ricordi indelebili e un rapporto speciale. Il Men era una di loro. Per me è stato L'uomo che cadde sulla Terra: ero ancora un adolescente quando contribuì a svegliarmi una sensibilità ancora sconosciuta con cui scoprire ed apprezzare i lati insoliti e nascosti della realtà. Un Syd Barrett dall'animo puro e gentile comparso in Romagna. Poesia, musica, fumetti e soprattutto il disegno, erano le passioni confluite nella sua arte. Ricordo che insieme componevamo le nostre prime canzoni dai testi improbabili, utilizzando la tecnica delle parole in libertà di ispirazione futurista. Poi purtroppo, inevitabilmente, ci siamo allontanati. Il Men è sempre stato molto schivo e timidissimo; con il passare degli anni si è ritirato in un mondo tutto suo che custodiva gelosamente e non ha più avuto una vita sociale.A suo modo è stato un grande: sempre coerente, ma ad un altro livello per noi indecifrabile. Era mio secondo cugino e aveva un paio di anni più di me. Se n'è andato due mesi fa. Il Comune del paese in cui siamo cresciuti ora gli ha dedicato una mostra che è stata possibile grazie all'incredibile lavoro di suo fratello Hans.Ieri sono stato all'inaugurazione e mi sono commosso.Ciao Carlo Alberto. Ciao Men. […]

  • Saturazione
    Posted by Lucien on 5 settembre 2017 at 13:40

    Dopo una domenica svagata, inizia subito ripida la settimana.All'alba le cure termali: lo scorso inverno la sinusite mi ha devastato.Poi una corsa per essere in tempo ad una riunione di lavoro (mentre la mia auto, profetica, puzzava di merda) ad ascoltare una grigia funzionaria dalla voce stridula con i suoi princìpi da ipermercato.Mi ha disgustato.Non c'è niente di più pericoloso di queste suore laiche inconsapevoli, votate alla causa di un falso efficientismo; indottrinate in modo ridicolo per uniformare i cervelli.A lei e ai suoi mandanti va tutto il mio disprezzo.Voglio tornare ad essere l'ultima ruota di questo carrozzone.Sono passati vent'anni da Tabula Rasa Elettrificata, ma è ancora più attuale. […]

  • Ragazze elettriche
    Posted by Lucien on 3 settembre 2017 at 9:54

    La cosiddetta «Era del cataclisma» era cominciata con piccoli segnali in luoghi periferici del Pianeta – periferici rispetto agli Stati Uniti, ovviamente. C’era stata una rivolta delle donne a Riad, disordini a Delhi, l’instaurazione di una repubblica femminile in Moldavia, un tempo nodo strategico per la tratta delle donne immesse sul mercato della prostituzione mondiale. Poi gli episodi di rivolta si sono moltiplicati anche negli Stati Uniti e gli uomini hanno tentato di reagire, gridando al complotto anti-maschi: mentre perdevano a poco a poco il loro potere hanno cercato un antidoto per tornare alla «normalità», hanno creato organizzazioni armate e ronde, sono ricorsi alla segregazione. Tutto inutile, la forza, the Power, è dalla parte delle donne. Come è potuto accadere? viaNaomi Alderman - Ragazze elettriche (The Power)Data Pubblicazione: 31/08/2017Editore: NottetempoSoundtrack: Air - Moon SafariDopo tre mesi aridi, stamattina un dolce risveglio con la pioggia. Dopo colazione, gli Air in sottofondo e un nuovo libro da iniziare.Non conoscevo questa scrittrice londinese, ma la trama (pare sia già destinata a diventare una serie) e il sostegno di Margaret Atwood, mi hanno convinto all'istante. […]

  • Continuando sull’Euro
    Posted by thomaszalambani on 28 luglio 2015 at 10:54

    A questo punto avendo visto come si comporta una economia in recessione, in un regime a tassi di cambio fisso come è appunto l’Europa con l’euro, possiamo arrivare a concludere che ogni shock negativo della domanda produca una riduzione della domanda aggregata che grava sulle imprese nazionali. In breve: ogni riduzione di domanda aggregata interna … Continue reading Continuando sull’Euro &rarr […]

  • L’Euro nuoce gravemente alla salute.
    Posted by thomaszalambani on 27 luglio 2015 at 16:33

    Che cos’è l’euro?  Cosa si dice, quando si parla di “moneta sbagliata” o di tasso di cambio fisso?  Cercherò in breve di delineare un panorama generici che sia in grado di spiegare in maniera semplice il problema relativo all’euro come moneta unica. Innanzi tutto introduciamo un semplice grafico. Per semplificare il tutto possiamo dire che … Continue reading L’Euro nuoce gravemente alla salute. &rarr […]

Lascia una risposta

WordPress for byHoRRoR NON AVER FRETTA DI DORMIRE