Saw V

 

Prima dell’uscita del film nelle sale, erano state rivelate delle anticipazioni, alcune delle quali rivelatesi poi infondate. Nel corso di un’intervista a IGN, Patrick Melton ha rivelato che il film spiegherà ciò che è accaduto a Corbett, la figlia di Lynn Denlon e Jeff Reinhart, in seguito alla conclusione di Saw III – L’enigma senza fine in cui viene menzionato che lei è rimasta con una riserva di aria limitata.[7] Questo capitolo infatti non si presenta come ultimo della saga ma è, come i precedenti, una successione di flashback, nei quali verrà spiegata la vita dell’Enigmista, che ormai morto non sarà presente se non in alcune scene. Sarà il detective Hoffman a continuare i giochi. Corbett viene salvata proprio da Hoffman, che finge di scampare alle trappole di Jigsaw per passare da eroe eliminando ogni scomodo testimone del suo operato.
In un’intervista Tobin Bell (John Kramer) ha rivelato che Saw V avrebbe raccontato le origini di Billy, la marionetta a bordo del triciclo rosso apparsa anche durante Saw III[8], ma il mistero sul fantoccio è rimasto insoluto.
In un’intervista del 13 giugno 2007Tobin Bell ha dichiarato che non sarebbe sorpreso se dovesse essere narrata, di nuovo, la vicenda di Cecil Adams, magari sotto altri aspetti. Si pensa anche ad una spiegazione approfondita sui pezzi di carne prelevati da vittime in forma di un puzzle[9], anche se l’unico riferimento ipotizzabile è quello nel quale il riabilitatore dichiara, in una scena del film, che tutti i personaggi fanno parte di un disegno preciso, come i pezzi che compongono appunto un puzzle.
Il regista ha inoltre rivelato che Scott Patterson, ossia l’agente Strahm, potrebbe essere collocato in una trappola che Hackl ha definito “la più pericolosa e la più elegante nella sua semplicità”.[10] Strahm viene difatti ucciso nel finale del film in una camera le cui mura sono composte da una pressa.

Lascia una risposta

WordPress for byHoRRoR NON AVER FRETTA DI DORMIRE